sabato 1 ottobre 2016

In uscita su «LG Argomenti» un saggio di Patrizia Deabate sui significati di The Curious Case of Benjamin Button (by Francis Scott Fitzgerald) e della Storia di Pipino nato vecchio e morto bambino (by Giulio Gianelli).

«LG Argomenti», nata nel 1965, edita dalla Biblioteca De Amicis di Genova, è la rivista italiana più longeva e la seconda a livello internazionale per quanto riguarda il settore della letteratura giovanile per bambini e ragazzi. Negli Anni Ottanta e Novanta rispettivamente, aveva ospitato due scritti di Pino Boero e Alberto Borghini riguardanti il racconto di Giulio Gianelli sull'uomo che nasce vecchio per poi ringiovanire. Nel numero di dicembre 2015-febbraio 2016, la Rivista ha invece dato spazio ad un un saggio in cui Patrizia Deabate ha confrontato le chiavi di lettura e i significati profondi del racconto italiano e di quello statunitense, trovando nella matrice cattolica e nell'amore per la natura come segno di fede i punti d'incontro, le radici comuni di Benjamin e di Pipino, personaggio autobiografico del poeta crepuscolare torinese Giulio Gianelli (1875-1914) amico di Guido Gozzano e di Nino Oxilia. Come noto, F.S. Fitzgerald era cattolico e amante dell'Italia, cui fa cenno anche in The Curious Case of Benjamin Button, il racconto del 1922 che ha ispirato l'omonimo film del 2008 con Brad Pitt. Questa la conclusione dello scritto apparso su LG: «Il quadro dei significati è così coerente da far ritenere che Francis Scott Fitzgerald conoscesse la Storia di Pipino, e che il “prete mancato” sia stato toccato dalla vicenda del “poeta santo” Giulio Gianelli [...]». Il saggio è corredato da alcune delle illustrazioni realizzate da Eugenio Colmo in arte Golia per l'edizione originale della Storia di Pipino del 1911.
Patrizia Deabate, Racconti sulla vita al contrario, «LG Argomenti», 4, LI, (2015), pp. 44 – 51.


Nessun commento:

Posta un commento